Con la fine dell’estate, sono finite anche le lunghe camminate sul bagnasciuga, un’ottima palestra per combattere la cellulite, riattivare la circolazione, smaltire tossine e liquidi in eccesso e perché no… rassodare i tessuti.

Sappiamo che la formazione della tanto odiata cellulite ha origine da una problematica a livello circolatorio sul ritorno venoso, concentrata nel  tessuto adiposo sottocutaneo.

Quando il volume degli adipociti, che si trovano nel pannicolo adiposo, aumenta per motivi ormonali, genetici, alimentari, di abitudini scorrette e per cause farmacologiche, la pressione che si crea sui vasi sanguigni, rallenta la circolazione.

La conseguenza è un minor apporto di ossigeno e sostanze di nutrimento preziose,  con un ristagno delle scorie metaboliche e formazione di uno stato infiammatorio che darà origine alla formazione di noduli fibrosi.

Il risultato lo ritroviamo nella pesantezza alle gambe, a causa del gonfiore ( edema), nella formazione della tanto odiata buccia d’arancia e in una fase chiamata” sclerotica”, nella comparsa di ammassi duri e dolenti con ematomi sparsi.

Il problema si deve affrontare con serietà e dedizione, senza limitarlo al momento della “prova costume”.

Trattamenti dermocosmetici in un programma anti Cellulite

Un’alimentazione bilanciata e ricca di acqua vitamine e Sali minerali, insieme ad un po’ di movimento, sono quella routine quotidiana sana che dovrebbe accompagnarci ogni giorno.

Quando dobbiamo affrontare una problematica comune alla maggiorparte di noi donne, come quella della cellulite, l’affiancamento di un  buon trattamento dermocosmetico molto meglio se “ naturale”, è il giusto compendio per ottenere i risultati voluti. Vediamoli insieme:

·         una Riattivazione della microcircolazione locale grazie attraverso utilizzo principi attivi drenanti (come Ippocastano, Centella, Rusco, Vite rossa), antinfiammatori e venotonici ( come Escina, Arnica, Aloe), in grado di migliorare la resistenza dei vasi, diminuendone la permeabilità e abbassando l’infiammazione determinata dall’accumulo di scorie

·         un’azione bruciagrassi con l’inserimento di sostanze in grado di accelerare il metabolismo degli adipociti ( come Zenzero, Peperoncino, Edera, Caffeina) che ri- definisca la nostra silhouette

 

 

L’importanza del Peeling ossigenante come azione di terreno

Poco si parla invece dell’importanza di un’azione alla base che crei la giusta condizione ai trattamenti di poter esplicare al meglio la loro attività fortemente stimolante sul microcircolo, drenante e bruciagrassi in un percorso anti cellulite.

Le cellule cornee sovrapposte, oltre a rallentarne la formazione di nuove, ostacolano la respirazione dei tessuti, creando un vero e proprio tappo che impedisce l’assorbimento delle sostanze funzionali mirate.

 

L’esfoliazione locale attraverso un peeling specifico ad alto contenuto di principi attivi stimolanti, detox ricchi di vitamine e oligoelementi, stimolando il turnover epidermico, migliora l’ossigenazione dei tessuti rendendoli elastici, luminosi e in salute.

 

La rimozione delle cellule morte sulle zone più colpite dalla cellulite e dai depositi adiposi, con agenti leviganti di origine vegetali, libera gli strati sottostanti smaltendo le tossine presenti in superficie,  ossigenando così l’area.

 

In questo modo si attiverà il giusto interscambio tra le vitamine della pelle e le sostanze funzionali contenute nella formula, aumentando così la performance del trattamento anticellulite e bruciagrassi per dei risultati reali che puoi vedere e sentire a livello di benessere totale.

 

a cura di Manuela Frigatti